33.

Quest’anno sono stati 33.

33 come i 33 giri, il formato dei vinili, il cui nome deriva dalla velocità di rotazione di 33 giri al minuto (esattamente 33 giri e ⅓ al minuto) con la quale vengono riprodotti.

1983-2016 cazzo scritto così pare il mio epitaffio, ma vista l’ansia con cui affronto annualmente il mio compleanno effettivamente ce potrei pure crepà uno dei prossimi anni.

La persona che mi piace e che sto frequentando, mi ha fatto un regalo bellissimo. Con il lavoro che fa, è comunque riuscito a trovare del tempo da trascorrere con me giovedì e venerdì. E’ stato dolcissimo, ha suonato alla mia porta con in mano una piantina grassa in un vaso a forma di gufo e una busta con dentro una felpa.

Mi ha fatto così felice il pensiero che abbia usato del tempo per andare in un negozio e scegliere una cosa da prendere; magari è stato pure a pensare al colore, alla fantasia e sopratutto alla taglia (dolcioso lui mi ha preso una S, troppo ottimismo patato mio, sono un pò cicciotta meglio una M).

Il tempo non ci ha aiutato, nuvoloso con pioggia entrambi i giorni, ma non mi sono data per vinta, l’ho caricato in macchina e siamo andati a Civita di Bagnoregio e sushi per cena, e a Perugia il giorno successivo.

Sono stata molto bene, tanto che al momento di salutarlo il sabato mattina, mi è venuto da piangere. Mi sono commossa, è stato così bello condividere con lui del tempo, ridere, correre sotto la pioggia, svegliarmi, trovarlo al mio fianco e fare l’amore come se non ci fosse un domani.

La sera ci siamo scritti e mi ha detto che la mattina ero stata tanto dolce e che lo avevo fatto sentire molto piccolo, gli ho risposto che mi sento una formichina vicino a lui e che mi scoppiava il cuore salutandolo perchè ero veramente felice di aver speso del tempo insieme.

Ovviamente appena sono rimasta da me, si è insinuato anche il dubbio di non avere nulla di speciale da offrire a questa persona che mi piace tanto. Vedo che anche se passano gli anni, la mia autostima rimane sempre più o meno invariata, ovvero molto bassa.

La mia Naziamica dice che sarà ora di fare qualcosa, capire le origini e uscire da questa specie di tepore che mi imprigiona nella totale o quasi assenza di stima per la mia persona. L’altra amica, mi invita a guardarmi, perchè pare che l’unica che non vede quanto sono speciale, sono proprio io…

 

Annunci

7 thoughts on “33.

      1. Certo come verde non è ai livelli dell’Umbria ma ce n’è tanto anche qui e non pensavo. E ho la finestra di casa vista parco che neanche sembra di essere in centro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...